Nel dettaglio


Posti Letto Totali: 35
Camere di Degenza: 2
Padiglione Neonatale: 1
Padiglione Maternità: 1
Laboratorio Analisi: 1
Sala Parto: 1
Sala Travaglio: 1
Sala Triage: 1
Ambulatorio: 1
Sala Operatoria: 1


Ogni giorno l’ospedale accoglie decine di persone, con centinaia di parti e interventi chirurgici l’anno, campagne di vaccinazione della popolazione pediatrica, decine di visite ambulatoriali al giorno.





Qualche numero


Circa 22.000 persone vivono negli oltre 100 villaggi sparsi lungo i 250 km di piste che circondano il territorio della missione. L’estensione del territorio è di oltre 70 km quadrati.

 
 

L’ospedale St Luc-Padre Gianni Alievi di Bimengue, con decine di visite al giorno, centinaia di parti e interventi chirurgici all’anno, con le campagne di vaccinazione, è al servizio di tutti, senza alcuna distinzione di ceto, etnia o religione.

Le difficoltà sono tante, a cominciare dalla mancanza della corrente elettrica e della disponibilità di acqua potabile (difficoltà che vengono superate con generatori e potabilizzatori). Eppure un mondo ruota attorno a questo edificio: un mondo di sofferenza e di lacrime silenziose ma anche di gioia e di sorrisi e soprattutto d’amicizia e di speranza.

Per oltre 25 anni l’assistenza medica è stata fornita da medici specializzandi della I Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” che, volontariamente, si sono alternati, per periodi di 6 mesi, alla guida dell’Ospedale.

Alcuni di questi medici, una volta tornati in Italia, hanno fondato l’Associazione Volontaria “Don’t Forget Africa - O.n.l.u.s.” stipulando una convenzione didattica con la Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale per poter continuare in questo modo l’esperienza di solidarietà iniziata in Africa e allargarla all’intento di promuovere lo sviluppo socio-sanitario nei paesi in via di sviluppo.

La staff infermieristico è costituito interamente da personale locale, questo anche nell’ottica di rendere con il tempo indipendente la struttura da aiuti esterni (vedi Progetti). Anche il medico è ora camerunense: uno dei risultati più rilevanti raggiunti dalla nostra associazione!

L’autonomia di un ospedale comporta la necessità di reperire i farmaci ed assicurarne l’approvvigionamento continuo, ugualmente per il materiale sanitario, gli stipendi per il personale infermieristico e le tasse da pagare al governo.

Tali necessità vengono assicurate da volontari italiani attraverso la raccolta di fondi dedicati. Per l’immediato futuro sono stati inoltre individuati singoli progetti che mirano al miglioramento della qualità del servizio sanitario offerto e a un’azione di promozione della salute mediante misure di profilassi e igiene ambientale.